Miglior coltello da sopravvivenza

Coltello da sopravvivenza migliore: come scegliere quello giusto

Un accessorio fondamentale da avere sempre nel proprio equipaggiamento, che può essere utilizzato sia come strumento multifunzione sia come arma di difesa o per la caccia, e che oltre a renderti la vita più facile te la può anche salvare è il coltello da sopravvivenza.

Durante una battuta di caccia, pesca, un’escursione all’aperto impegnativa ti troverai a fronteggiare grandi e piccole difficoltà, e ad avere bisogno di uno strumento non solo utile per il taglio ma anche per l’incisione di materiale che servirà a costruire altri strumenti.

In realtà non si può dire che ci sia solo il coltello da sopravvivenza migliore, ma ce ne sono diversi che possono essere più o meno adatti alle tue necessità. Oggi ti mostro dei modelli che potrebbero essere fondamentali durante le tue escursioni.

Indice contenuti:

Le funzioni dei coltelli survival?

La lama di questo indispensabile strumento deve essere in grado di svolgere tutte le funzioni necessarie ad un survivalista. Il manico, il codolo, e la struttura in generale di questa particolare tipologia di coltelli resistono, durante tagli e incisioni, ad elevate pressioni tenendo salda e ferma la lama. Ecco quali operazioni deve poter fare un coltello che si rispetti deve poter:

  1. tagliare e incidere il legno per ad esempio costruire un riparo di emergenza;
  2. essere utilizzato come un martello;
  3. essere in grado di scuoiare pelli di animale e quindi anche di difenderti da un animale durante un assalto o offendere un animale durante la caccia;
  4. e ovviamente di poterti permettere di accendere il fuoco e preparare il cibo.

Un altro accessorio utilissimo outdoor è la torcia militare, un accessorio immancabile per chi fa escursioni outdoor o va a caccia.

I 5 migliori coltelli da sopravvivenza

Coltelli da sopravvivenza

La migliore lama è quella che si adatta con sicurezza alle tue esigenze, quindi per evitare che tu scelga un coltello sbagliato e per garantirti di avere solo quelle caratteristiche che ti interessano, ti descrivo quali sono i migliori 5 coltelli da sopravvivenza che si adattano a tutte le situazioni che dovrai fronteggiare all’aperto. I modelli qui di seguito hanno tutte le carte in regola per resistere alle intemperie e condizioni avverse, per tagliare la legna e accendere un fuoco, per scuoiare la pelle di un animale e per la preparazione del cibo. Vediamo insieme quali sono sul mercato i prodotti più indicati a queste funzioni.

Fallkniven A1: il migliore coltello da sopravvivenza estremo

coltello sopravvivenza Fallkniven a1k

Con una lama di 6,3 pollici Fallkniven A1 è un coltello eccezionale per la sopravvivenza full-tang. Costruito per resistere alle più difficili situazioni e condizioni, e realizzato in acciaio laminato VG10.

Resistente e il suo materiale è noto per la sua durezza e resistenza alla corrosione. Il suo filo ha la caratteristica propria di restare affilato, mentre il manico è stato creato in kraton, che altro non è che un materiale gommoso, sicuro anche in situazioni estreme di pioggia o sudore, comodo diminuendo l’affaticamento durante prolungati utilizzi.

Questa lama per la sopravvivenza è stata creata per svolgere in modo impeccabile ogni compito che le vuoi affidare, dall’intaglio e lavorazione del legno alla semplice preparazione del cibo. Il dorso della lama è molto spesso, che potrai utilizzare come martello per battere  ed anche scavare.

Fallkniven A1 te lo raccomando in tutte quelle situazioni dove ti viene richiesto di restare all’aperto per molte ore, nelle quali dovrai “sopravvivere” ad ogni eventualità.

Fallkniven A1K Coltello di sopravvivenza
Manico in Kraton, Tipo di acciaio: VG10, Lunghezza lama: 160 mm, Tagliente liscio

ESEE Knives ES6PB: lama in acciaio di carbonio per l’outdoor

ESEE es6pb

Il più popolare tra i coltelli da sopravvivenza prodotti dalla ESEE Knives, con una costruzione full-tang ti dà la certezza di resistenza e durabilità nel tempo. Siamo di fronte ad una lama lunga circa 6,5 pollici in acciaio al carbonio 1095, robusta e in grado di mantenere un filo sempre affilato.

Questo coltello è adatto alla lavorazione del legno, e si presta anche a compiti più semplici, ma ricordati sempre di mantenerlo in modo adeguato. Hai poi la possibilità di scegliere il manico in diversi materiali: Micarta e G10, materiali che sono ben noti per offrire una presa salda e sicura, e resistere nel tempo.

Outdoor e sopravvivenza sono le parole d’ordine per questo modello che combina un bilanciamento eccellente alla piacevolezza d’uso, anche durante compiti faticosi e lavori pesanti come la battitura.

ESEE Knives ti offre una tra le migliori garanzie che tu possa trovare nel settore, e la sicurezza che il coltello duri nel tempo, e ESEE 6 sì dimostra perfetto per chi ricerca uno strumento affidabile e robusto per tutte le situazioni all’aperto, e riscontra non poca notorietà tra gli amanti del bushcraft.

Coltello a Lama Fissa ESEE ES6PB
Coltello da sopravvivenza made in USA, Coltello taglia 6, in acciaio al carbonio 1095, Lunghezza lama: ca. 16,51 cm, con rivestimento

Gerber LMF II Infantry: il coltello survival adatto anche ai militari

coltello lama seghettata Gerber LMF 2 infantry

Gerber LMF II Infantry è versatile, robusto, e progettato principalmente per forze armate, grazie alla sua costruzione full-tang, con il manico isolato elettricamente dalla lama in grado di affrontare anche quelle situazioni critiche di emergenza, ed è è realizzato in vetro-nylon e riempito di gomma per restituirti una presa sicura anche in condizioni di alta umidità o addirittura oleose.

L’acciaio è inossidabile di tipo  420HC, conosciuto per la sua resistenza alla corrosione. La lama è di 4,84 pollici ed ha il bordo parzialmente seghettato. Può soddisfare anche una serie di compiti come il taglio alla segatura. LMF II si distingue per il pommel contundente, e si presta quindi ad essere utilizzato come martello per rompere ad esempio un vetro in caso di emergenza.

Gerber LMF II Infantry è un coltello da sopravvivenza che si adatta a tutte le situazioni, dalla preparazione del cibo fino all’escavazione. Non c’è un compito che non sia in grado di assolvere.

La guaina è dotata di una pietra integrata per affilare, ed è presente inoltre un attacco MOLLE. Parliamo di un coltello che ha un suo perché ma ha anche un suo peso, dato sia dalla versatilità generale sia dalle caratteristiche aggiuntive come gli agganci.

Se cerchi qualcosa di versatile e allo stesso tempo robusto e affidabile, progettato partendo da una base di esperienza militare, questo è il modello che fa per te.

Coltello di sopravvivenza Gerber Lmf 2 Infantry
con Lama Seghettata Parziale, Fondina Per La Gamba, Lunghezza Lama: 12,3 Cm, Acciaio 420Hc

Morakniv Garberg: economico e di alta qualità

coltello caccia Morakniv mora

Morakniv è molto conosciuto per la sua produzione di coltelli di alta qualità, prezzi solitamente molto accessibili. Con una lama di circa 4,3 pollici Garberg si adatta molto al bushcraft grazie alla lama affilata e molto resistente. Il manico ergonomico per una presa salda e sicura.

Morakniv Garberg è disponibile in due versioni di acciaio, inossidabile e in acciaio al carbonio in modo che, in base alle tue esigenze tu possa scegliere la tipologia più adatta a ciò che andrai a fare e realizzare.

I materiali delle lame sono l’acciaio inossidabile Sandvik 14C28N, e per la seconda variante abbiamo l’acciaio. Mentre il manico è realizzato in poliammide.

Caratteristiche: Questo è uno dei coltelli più robusti offerti da Morakniv, con un design full-tang (la lama si estende attraverso tutto il manico) che garantisce una resistenza extra. Viene fornito con una custodia multifunzionale che può essere montata in diversi modi.

Morakniv Mora Coltello da Caccia
Fodero Multi-Mount, peso 272,16 grammi, Lunghezza lama: 109mm, Lama in acciaio al carbonio

SOG Seal Strike Deluxe Sheath: coltello e kit di sopravvivenza multifunzione

pugnale sopravvivenza Sog Seal strike

Per il SOG Seal Strike hai una lama di 4,9 pollici in acciaio inossidabile AUS-8, ed il manico è stato realizzato dalla fusione di acciaio inossidabile e vetro-nylon rinforzato. Presenta una guaina detta “Deluxe” che ti aggiunge ulteriori caratteristiche oltre alla normale e semplice funzione di guaina.

Cioè non contiene solo il coltello, ma integra anche un acciarino per accendere fuochi e falò, un affilatoio per la lama e un fischietto di emergenza. SOG Seal Strike con Deluxe Sheath oltre ad essere un ottimo coltello, è un versatile e compatto kit di sopravvivenza. La lama è in acciaio AUS-8, e tutta la struttura è ben bilanciata. Il suo manico è sicuro, solido per una presa davvero molto salda.

Questo coltello da sopravvivenza è uno dei migliori mai progettati, lo strumento multifunzione ideale sia per chi è appassionato di outdoor ed escursionismo che per chi ricerca una lama e un kit multifunzioni per le situazioni più impegnative.

Pugnale SOG Seal Strike Deluxe Sheath
Precisione elevata, Lunghezza lama: 124 mm, Impugnatura in Fibra di vetro, Nylon

Come scegliere un coltello da sopravvivenza

Come scegliere un coltello da sopravvivenza

Quali caratteristiche deve avere un coltello da sopravvivenza per essere considerato tale? Quando lo si può chiamare tale e quali sono gli aspetti più da tenere in considerazione per scegliere quello gisto?

Per svolgere le funzioni che sopra ti ho descritto, devi sapere com’è fatta una vera lama e una vera struttura adatte alla sopravvivenza. Ci sono dei dettagli che devi sapere, per evitare di fare l’acquisto sbagliato. Ti spiego adesso cosa guardare in un coltello per poter giudicare che questo sia adatto o meno all’outdoor.

Lama

Lama coltello sopravvivenza

La parte fondamentale, il cuore del coltello. Ci sono diversi dettagli che devi sapere su questa, perché non si tratta di cercare solo quella che “taglia bene”, ma è necessario che anche il resto di tutte le sue parti, anche del dorso ad esempio, siano progettate per le funzioni specifiche necessarie alla sopravvivenza.

Il filo ti consiglio di sceglierlo dritto, perché una lama seghettata è difficile da affilare, mentre quella “liscia” si presta ad essere affilata più e più volte, senza l’uso di specifici tool per l’affilatura.

Il dorso è presente in varie tipologie, devi anche qui sceglierlo in base a cosa andrai fare. A doppia lama ti permette di avere dall’altra parte anche una dentellatura che ti può aiutare in uno scontro contro eventuali attacchi. Un dorso “piatto” ti consente di accendere un fuoco e battere o spezzare il legno. 

Codolo

Questa è la parte finale della lama, solitamente la troviamo all’attaccatura tra lama e manico, e che nei coltelli più costosi si estende per tutta la lunghezza del manico. Il codolo determina in parte la stabilità e la resistenza della lama, ma ne aumenta anche il peso e il prezzo.

Manico

Impugnatura survival Knife

Per una presa salda anche in situazioni di emergenza e quando le condizioni rendono la tenuta della tua mano insicura (ferite, mano sudata o bagnata), occorre un manico in grado di darti quella sicurezza di non sbagliare mai un taglio, e di non rischiare che il coltello ti scivoli via accidentalmente.

La trama in primis rende la presa confortevole e il grip saldo e stabile. I principali materiali con cui i migliori manici sono realizzati, solitamente sono sintetici, in nylon o con fibre e polimeri simili. Ti sconsiglio i manici in plastica e quelli fatti con materiali “naturali”, non durano nel tempo e non sono adatti per una presa salda e sicura.

Materiale

L’acciaio e la sua qualità sono fondamentali per la creazione di una lama in grado di tagliare materiali che solitamente un coltello normale non può nemmeno incidere, e per resistere a forti pressioni durante i tagli dei più impegnativi materiali.

Puoi trovare sul mercato il normale acciaio e quello inossidabile. L’acciaio inossidabile è meno “duro” rispetto a quello normale, ma resiste di più alla ruggine. Ci sono poi coltelli fatti in carbonio, molto duri ma poco resistenti alla ruggine, per questo motivo vanno manutenuti spesso e con attenzione.

Dimensione

La tua scelta deve ricadere su quei coltelli lunghi minimo 12.5 cm fino ad un massimo di 30. Quindi otterrai un coltello con cui potrai tagliare la legna, oppure un coltello che si presta ad essere più un machete, utile nei sentieri dove la vegetazione è molto alta e fitta.

Ovviamente, più è grande, più e difficile da portare. Quelli più piccoli possono tranquillamente essere messi sulla gamba, o alla cintura, in base alla fodera, mentre per quelli più grandi ti consiglio di munirti di un buon zaino tattico militare, con alloggiamenti appositi, così da tenere il coltello in sicurezza.

Domande Frequenti

Se hai ancora dei dubbi su come scegliere il coltello più adatto a ciò che dovrai fare e affrontare all’aperto, controlla qui sotto le risposte alle domande più frequenti.

Meglio una lama dritta o seghettata?

La lama dritta ti garantisce una maggiore durata, ed è più facile da affilare. Se proprio hai necessità di una lama seghettata, alcuni coltelli con doppia lama faranno al caso tuo.

Quanto è importante la qualità del manico?

Il manico deve essere confortevole da impugnare, antiscivolo, resistente e deve tenere ben saldo il coltello. Il manico è tanto importante quanto la lama.

Quale tipologia di codolo devo scegliere?

Il codolo garantisce un migliore uso del coltello. Più il codolo si estende per la lunghezza del manico, più il coltello si presterà ad usi pesanti e difficili come il taglio della legna e la battitura.

Quanto costa un buon coltello da sopravvivenza?

I coltelli da sopravvivenza veramente validi sono molto costosi e arrivano a superare anche i 200€. La qualità dei materiali e la fattura sono molto costosi, ma quelli buoni durano una vita.

Torna in alto
Share via
Copy link